Innovation Village Award 2021, alla ricerca di innovazioni sostenibili: call aperta fino al 30 giugno

Innovation Village Award 2021 è il premio annuale che intende valorizzare le esperienze di innovazione sostenibile realizzate nel territorio italiano. Possono partecipare innovatori, professionisti, maker, ricercatori, associazioni e fondazioni, startup e spinoff, pmi e imprese sociali, compilando il form sul sito ufficiale della manifestazione: www.innovationvillage.it/iv-award/. La call per partecipare si chiuderà il 30 giugno.

Nell’ambito della IV Edizione di Award 2021, la Fondazione Mario Diana intende assegnare un premio per lo sviluppo di un progetto innovativo capace di supportare e potenziare la transizione verso un’economia circolare. Il premio di 5.000,00 euro in denaro, sarà ulteriormente rafforzato da un percorso di empowerment di 12 mesi, con possibilità di usufruire delle infrastrutture dei Partner Corporate e di ricevere mentoring e supporto nello sviluppo del progetto.

Antonio Diana, presidente Fondazione Mario Diana, dichiara: “Ben prima che si iniziasse a parlare diffusamente di economia circolare, il mio gruppo industriale ha adottato un modello di business orientato al recupero di risorse: dal recupero di materia ed energia dai rifiuti al ricircolo delle acque per gli autoconsumi, solo per fare qualche esempio. Da anni siamo impegnati a fornire il nostro contributo per la transizione verso un modello di sviluppo basato su sostenibilità e circolarità e insieme con la Fondazione Mario Diana, abbiamo sostenuto alcune start-up e siamo impegnati con iniziative e progetti formativi ed educativi destinati ai giovani. 

Agli innovatori chiediamo – continua Diana – di impegnarsi a sviluppare progetti finalizzati alla gestione in modo sostenibile di tutte le risorse e non solo i rifiuti. In poche parole trovare soluzioni nuove nel recupero e riciclo dei rifiuti, in particolare per il riciclo degli imballaggi poliaccoppiati, così come idee e progetti di sistemi di misurazione e selezione di tutti i rifiuti di imballaggio. Quale modo migliore di coinvolgere il mondo del sapere, degli innovatori e dei ricercatori per dare un impulso alla sostenibilità e alla circolarità!”