Firmato il protocollo per Seguimi 2.0

Dopo la conclusione del primo stadio progettuale con l’esaurimento del bando pubblicato nel 2017 e la realizzazione delle attività in 11 Comuni della provincie di Napoli e Caserta, che ha coinvolto decine di scuole e migliaia di studenti di ogni ordine e grado, il Progetto Seguimi, il format di educazione ambientale promosso dalla Fondazione Mario Diana onlus, giunge alle edizione 2.0. Un risultato importante che testimonia come sia fondamentale lavorare quotidianamente sul territorio e in particolare con le scuole attraverso l’educazione ambientale, quale strumento per modificare e migliorare i comportamenti individuali e collettivi promuovendo scelte consapevoli orientate allo sviluppo sostenibile e all’economia circolare. 

Nella giornata di ieri, presso l’Episcopio di Aversa, è stato infatti firmato un protocollo di intesa tra la Fondazione Mario Diana onlus, la Diocesi di Aversa e due istituti scolastici di Orta di Atella, l’ISS “M. Stanzione” e la Direzione Didattica Statale “Orta di Atella” per dare ufficialmente via al progetto Seguimi 2.0. Presenti, il Vescovo Mons. Angelo Spinillo,  il Segretario Generale della Fondazione Elpidio Pota e le prof.sse Arcangela Del Prete e Maria De Marco, rispettivamente Dirigenti Scolastiche dell’ISS “M. Stanzione” e della Direzione Didattica Statale Orta di Atella. 

Con la firma di ieri le parti hanno così deciso di sviluppare nei due Istituti coinvolti una serie di attività volte a limitare la produzione dei rifiuti in modo da generare ricchezza e benessere tramite il riutilizzo e la rigenerazione delle risorse. Uno degli obiettivi di Seguimi è quello di proporre, infatti, quale esempio virtuoso, un modello di comunità scolastica eco-sostenibile, che si assuma consapevolmente l’impegno di organizzare un sistema di raccolta differenziata dei rifiuti avanzato ed efficiente. Come per le edizioni precedenti, Seguimi 2.0 sarà caratterizzato da azioni progettuali che mirano a creare nelle scuole una reale cultura allo sviluppo sostenibile creando un modello di piano d’azione assistito che consentirà alle istituzioni scolastiche di attuare autonomamente il progetto. A tale scopo, una risorsa della Fondazione Mario Diana onlus, ovvero l’educatore ambientale Giuseppe Piacquadio, si interfaccerà con il personale scolastico con il compito di facilitare la buona riuscita del progetto, coinvolgendo tutti coloro che orbitano nell’istituto scolastico, dagli alunni passando per i loro genitori, dal personale ATA fino al coinvolgimento diretto di tutti i docenti. 

Le attività di Seguimi 2.0 nell’annualità 2019 – 2020 si inseriscono in un altro importante programma promosso dalla Diocesi di Aversa e in particolare dall’Ufficio per la Pastorale sociale e del lavoro, pace e giustizia, custodia del creato ovvero il programma Piccoli Passi. Grazie a Stefano Di Foggia, responsabile dell’Ufficio, è nata questa preziosa sinergia affinché per i prossimi 5 mesi si possa offrire anche un piccolo contributo alla realizzazione di quelli che sono gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU, in particolare modo a quelli che si riferiscono all’Istruzione di qualità, alla lotta al cambiamento climatico, al consumo e produzione responsabili e alla città e comunità sostenibili.