Al via il progetto Seguimi nel comune di Succivo

Ritorna Seguimi, il format di educazione ambientale nato nel 2017 e  promosso dalla Fondazione Mario Diana onlus, con l’obiettivo di promuovere la sostenibilità ambientale e la cittadinanza partecipata nelle scuole, attraverso il coinvolgimento di amministrazioni locali e associazioni di volontariato. 

Si è svolto, infatti, nella giornata di ieri l’incontro che ha sancito la firma del protocollo d’intesa tra il comune di Succivo, l’Istituto Comprensivo “E. De Amicis” e la Fondazione Mario Diana onlus. Presenti per il Comune, il sindaco Salvatore Papa e l’assessore all’Ambiente Gennaro Serra, il Dirigente Scolastico Prof.ssa Cristina Bottigliero e per la Fondazione, il segretario generale Elpidio Pota e Marco Miggiano, referente del progetto. La firma di ieri continua il lavoro iniziato proprio con l’ente amministrativo di Succivo già nel 2018, quando il Comune atellano decise di entrare a far parte del progetto durante la seconda annualità.

Con l’accordo firmato ieri, parte la versione post covid del progetto Seguimi – ha dichiarato Elpidio PotaPer educare alla sostenibilità è necessario che ci sia sinergia e comunione d’intenti tra tutti gli attori in campo. Come Fondazione metteremo a disposizione degli enti pubblici idee innovative e strumenti didattici. Abbiamo concordato sulla necessità di allargare la partecipazione al progetto alle associazioni e alle forze del volontariato presenti sul territorio comunale”.

Il progetto, dopo due edizioni nelle quali sono stati coinvolti 11 Comuni, 26 Istituti scolastici e 25550 studenti di ogni ordine e grado, si era dovuto necessariamente fermare per via della pandemia. Da questo stop forzato, nasce però l’idea di Seguimi 2.0, con un nuovo portale web in fase di realizzazione e nuove proposte didattiche rivolte non solo ai docenti ma a tutti gli educatori in generale.

Il Sindaco Papa e l’Assessore Serra si dichiarano “Entusiasti di questo progetto. L’essere comunità e la tutela dell’ambiente devono partire dal basso, dalle nuove generazioni, parole come ridurre, recuperare e riciclare devono essere imperativo categorico per tutti, solo così si può immaginare un futuro più verde e una Succivo più vivibile e salutare. L’Amministrazione, di concerto con l’istituto Comprensivo e tutte le associazioni di volontariato e i singoli cittadini, metterà in campo idee e risorse per agevolare al massimo il raggiungimento gli obiettivi”.

Particolarmente soddisfatta anche il Dirigente Scolastico Bottigliero, “Un’iniziativa molto interessate, soprattutto in linea con le disposizioni nazionali relative alla transazione ecologica e con le diverse misure messe in campo dal Comune di Succivo in tema ambientale. In questo percorso cittadinanza attiva, la scuola e il coinvolgimento degli studenti sono fondamentali. Faremo in modo che questo progetto sia un successo”.